Legge di Stabilità: aumento IVA e Accise

Legge di stabilità: aumento  IVA e AcciseUna delle proposte contenute nel DDL di stabilità 2015 che ha suscitato maggiore clamore è la paventata possibilità dell’aumento dell’aliquota IVA e delle accise sui carburanti qualora non si dovessero trovare le coperture adeguate per far fronte agli impegni di spesa previsti. 

La preoccupazione maggiore è ovviamente la ricaduta (negativa) sui consumi che la misura potrebbe comportare. 

Più in dettaglio, nella proposta di legge, si prevede un ulteriore aumento sia dell’aliquota IVA ordinaria che dell’aliquota Iva agevolata del 10%. L’aumento delle aliquote IVA dovrebbe essere graduale, con incrementi che dovrebbero portare l’aliquota ordinaria dal 22% al 25,5% nel 2018 e l’aliquota IVA del 10% al 13% nel 2017. Questo è quanto previsto nel co. 3, dell’art. 45, del DDL di Stabilità 2015. 

Ciò che ha destato maggiore preoccupazione è l’effetto negativo su una serie di beni e servizi di particolare utilità sociale, per effetto dell’incremento dell’aliquota IVA agevolata. 

Sconteranno l’aumento di tassazione infatti alcuni prodotti alimentari, alcuni medicinali, la vendita di abiti e di scarpe, le forniture di energia elettrica per uso domestico o industriale, le cessioni di case di abitazione non di lusso (non prima casa), ecc. 

Come se ciò non bastasse, è previsto un aumento delle accise sui carburanti. 
I possibili effetti negativi sulle famiglie dell’aumento dell’imposizione indiretta sono stati evidenziati in uno studio di Federconsumatori. 

È stato evidenziato che l’aumento dell’aliquota agevolata dal 10 al 13% costerà alle famiglie in media: 176 euro in più nel 2016 e 90 euro in più nel 2017. A regime la misura comporterà un costo aggiuntivo per le famiglie pari e euro 266,00. 

L’aumento graduale dell’aliquota IVA ordinaria dal 22% al 25,5% nel 2018 si tradurrà in maggiori costi per le famiglie pari a euro 261,00 nel 2016, 133,00 nel 2017 e 67,18 euro nel 2018. A regime la misura comporterà un costo aggiuntivo per le famiglie pari a euro 461,18. 

A ciò vanno aggiunte le ricadute dirette dovute all'incremento delle accise sui carburanti (a regime): +28 euro annui a famiglia e le ricadute indirette per l'aumento dell'IVA su gas, elettricità + accise sui carburanti (che incidono su costi di produzione e costi di trasporto) a regime: +87 euro annui a famiglia (pari a +0,3% su tasso di inflazione). 

Una manovra che rischia di costare a regime 842,00 euro annui a famiglia.

Our partners

News Fisco

Indirizzo

Address:
71021 Accadia (FG) , Vico I Alessandrini n.7
Tel:
0881/981980
Fax:
0881/981980
Web:
www.studiolucarellisrl.it
Email:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Maggiori informazioni (clicca qui)

Su di noi!

Lo Studio Lucarelli SRLs è un Centro Elaborazione Dati che si occupa di Elaborazione Dati Contabili, Consulenze Aziendali, Fiscali e Tributarie, Servizi CAF, Servizi Patronato e Start-up. La politica dello Studio è incentrata su professionalità, serietà e prontezza nella soddisfazione dei bisogni e nella risoluzione delle problematiche che dei nostri clienti.

Connet With Us